Outgoing students

Premessa

Borse di studio saranno conferite agli studenti selezionati sulla base delle graduatorie di merito predisposte dai responsabili didattici e all’ammontare del finanziamento ricevuto dall’Agenzia Nazionale LLP (Lifelong Learning Programme). 
Qui di seguito saranno menzionate entrambe le diciture “borsa di studio” e “posto di scambio”. Il posto di scambio si trasforma in borsa di studio solo a seguito dell’effettivo ottenimento del contributo comunitario e in base alla graduatoria di merito generale.

La durata della borsa di studio

La durata della borsa è stabilita dai responsabili didattici e non può essere modificata dal borsista. Anche il periodo nel quale usufruire della borsa non può essere deciso dallo studente, ma è predeterminato dal responsabile, in relazione agli accordi presi con le altre università europee.
Non è possibile un soggiorno di durata inferiore a 3 mesi per placement di lavoro e 5 mesi per studio.
Lo studente che interrompe anzitempo il suo soggiorno all’estero è tenuto al rimborso delle somme ricevute; la clausola non si applica nei confronti dello studente che si sia venuto a trovare nell’impossibilità di completare il proprio programma di studio all’estero per cause di forza maggiore o circostanze attenuanti attestate dal coordinatore ERASMUS+ e riconosciute per iscritto dall’Agenzia Nazionale.

Il numero delle borse di studio Erasmus+

In base alla consistenza del finanziamento della UE, tutti o alcuni degli studenti vincitori del posto scambio potranno beneficiare di una borsa di studio. L’importo della borsa di studio relativo all’A.A. 2019-2020, per esempio, è stato pari a € 250 al mese per paesi in fascia 2.
La borsa è solo un contributo integrativo destinato a coprire le spese che gli studenti non avrebbero sostenuto se fossero rimasti presso la loro Università e comporta, inoltre, il diritto alla dispensa dal pagamento delle tasse di iscrizione all’Università ospitante.

Bando e domande di ammissione

Di norma il bando per partecipare al programma Erasmus+ viene pubblicato una volta l’anno. Nel caso ci siamo posti vacanti, tali posti vengono ribanditi. Una volta fatta la domanda, il coordinamento stila una graduatoria nel giro di circa un mese.

Chi può partecipare alla selezione

Per poter partecipare alla selezione Erasmus+ è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere iscritti ad uno dei corsi di studi triennale proposti dalla SSML P.M. Loria – Società Umanitaria;
  • Avere inserito nel piano di studio, o impegnarsi ad inserire in quello dell’a.a. in corso, gli insegnamenti che si intendono seguire presso l’università straniera, entro i termini previsti;
  • Provvedere, entro i termini stabiliti, al rinnovo dell’iscrizione per l’a.a. successivo oppure, solo nel caso in cui l’attività di studio da svolgere all’estero consista unicamente nella preparazione della tesi finale, presentare prima della partenza la domanda di Laurea da sostenere entro la sessione straordinaria dell’a.a. in corso;
  • Accettare la norma che non consente allo studente Erasmus+ di conseguire il titolo di studio finale prima della conclusione del periodo di studio all’estero;
  • Non avere beneficiato, negli anni precedenti, dello status di studente Erasmus.
  • Essere cittadini di uno dei 27 Stati membri dell’Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria), i tre Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), il Paese candidato all’adesione (Turchia), i nuovi paesi dal 2010 (Croazia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia1) oppure essere cittadini di altri Paesi, purché residenti permanenti o registrati come apolidi o godano, in Italia, dello status di rifugiati (Circolare del 27 febbraio 2007 e successive modifiche). In particolare, devono considerarsi “residenti permanenti” i cittadini stranieri in possesso di ciascuno dei requisiti necessari all’ottenimento della carta di soggiorno (art. 9 D. Lgs. 25 luglio 1998 n. 286, modificato dalla L. 30 Luglio 2002, n. 189), e quindi: regolarmente soggiornanti nel territorio dello Stato da almeno 5 anni; titolari di un permesso di soggiorno per un motivo che consenta un numero indeterminato di rinnovi; che dimostrino di avere un reddito sufficiente per il sostentamento;
  • Con l’Invito 2010, sono ammessi a partecipare ad alcune azioni (vedi dettaglio sull’Invito stesso, e approfondimenti) anche i candidati della Croazia e dell’ex Repubblica iugoslava di Macedonia. Si noti però che ancora per quest’anno non può essere finanziata con fondi del Programma la mobilità individuale da altri paesi partecipanti al Programma di apprendimento permanente verso la Croazia e l’ex Repubblica iugoslava di Macedonia. Inoltre, tali paesi non possono partecipare a partenariati Comenius Regio -coniuge o figlio minore o genitore conviventi di un cittadino italiano o di cittadino di uno Stato dell’Unione Europea residente in Italia. A tal fine, gli studenti che dichiarino di essere “residenti permanenti” dovranno allegare al modulo di domanda copia della documentazione relativa alla carta di soggiorno o al permesso di soggiorno in corso di validità e, possibilmente, valida per tutto il periodo di svolgimento del tirocinio all’estero.

Gli studenti di cittadinanza straniera che intendono partecipare al Programma nel Paese del quale hanno la nazionalità, se risulteranno vincitori del posto, dovranno ottenere il nulla osta da parte dell’Università presso cui intendono recarsi;

  • Avere una sufficiente conoscenza della lingua del paese ospitante.

Tale conoscenza può essere dimostrata allegando alla domanda uno dei seguenti documenti:

  • Certificato attestante il superamento di uno degli esami ufficiali di conoscenza della lingua;
  • Autocertificazione attestante il livello di conoscenza della lingua straniera.

Può essere presentato, in alternativa, un attestato di conoscenza della lingua inglese o di altra lingua.

LE DOMANDE INCOMPLETE E/O COMPILATE IN MODO INCONGRUENTE (SEDI RICHIESTE NON PREVISTE DAL BANDO, MANCANZA DEI REQUISITI DI AMMISSIONE GENERALI ECC.), COMPORTERANNO L’ANNULLAMENTO D’UFFICIO DELLA DOMANDA STESSA.

Non possono partecipare alla selezione:

  • gli studenti che abbiano già usufruito negli anni passati di una borsa Erasmus;
  • gli studenti che negli anni passati abbiano rinunciato ad una borsa di studio Erasmus senza giustificato motivo;
  • gli studenti che non siano in grado di dimostrare una sufficiente conoscenza della lingua del paese ospitante.

Criteri di selezione dei candidati

Il referente Erasmus formulerà le liste di idoneità, tenendo conto di:

  • congruità dell’attività proposta con la carriera scolastica del candidato, con l’offerta didattica della sede ospitante, con la conoscenza linguistica e con le motivazioni addotte dal candidato;
  • rapporto tra anno di iscrizione, numero di esami superati e relativo voto;
  • motivazione dello studente.

Calendario della selezione

Le domande potranno essere consegnate personalmente presso l’Ufficio Erasmus o essere spedite per mezzo postale e dovranno pervenire in sede entro e non oltre il termine prestabilito, pena la non ammissibilità. Sia le domande inviate per posta che a mezzo fax dovranno essere accompagnate da copia di un documento di identità in corso di validità.
L’elenco degli studenti assegnatari di mobilità LLP/ERASMUS sarà pubblicato sul sito www.uniuma.it/ufficio-relazioni-internazionali/.
Sarà cura dello studente prendere visione della graduatoria. Non verranno effettuate comunicazioni personali né scritte né telefoniche.

Lo studente vincitore della borsa di studio LLP/Erasmus è tenuto a compilare in ogni sua parte la modulistica che verrà fornita a tempo debito:

  1. Accettazione borsa
  2. Application Form (dell’Istituto Universitario di Mediazione Linguistica “UNIUMA” e/o dell’Università estera o Ente presso cui svolgere il tirocinio, qualora espressamente richiesta)
  3. Online Learning Agreement (modulo relativo al piano di studi approvato dall’istituto di origine e da quello ospitante)

Riconoscimento degli esami sostenuti all’estero

Condizione essenziale per usufruire dello status e della borsa Erasmus è che il programma di studio (Online Learning Agreement) da svolgere all’estero, venga approvato dal Responsabile Didattico e dalla Scuola di appartenenza prima dell’inizio del periodo di studio presso l’Università straniera.
Al termine del periodo di studio all’estero, sulla base della certificazione esibita, il Comitato Scientifico delibera di riconoscere le attività formative, le frequenze e gli esami sostenuti all’estero riportandoli con una denominazione che sia riferibile alle discipline contenute nel settore scientifico disciplinare del corso di studio.

Programma di studio all’estero: online learning agreement

Nel periodo che trascorre presso l’Università partner, lo studente Erasmus è tenuto a svolgere l’attività didattico-scientifica concordata (Online Learning Agreement) prima della partenza con il Responsabile didattico ed approvata dalla Scuola alla quale è iscritto. In questo accordo verranno elencati i corsi che lo studente intende seguire con profitto all’estero congiuntamente all’indicazione del genere di riconoscimento che gli esami superati avranno all’interno del suo piano di studio.